Progetto Museo


www.progettomuseo.com

Dal 2010 il Complesso è gestito, in regime di convenzione, dall’Associazione Progetto Museo, che già dal 2001 garantisce l’apertura al pubblico dell’Ipogeo e del museo dell’Opera. L’Associazione cura anche le visite guidate, le visite didattiche per le scuole, fornendo adeguate competenze per l’accoglienza e offrendo supporto alle aperture straordinarie e all’organizzazione di concerti, spettacoli e di tutte le manifestazioni culturali. Progetto Museo, dopo 20 anni di attività, si propone come un modello italiano in quanto realtà associativa che, avendo resistito alla concorrenza delle grandi strutture private che operano nel settore della valorizzazione dei beni culturali e della didattica museale, intende coniugare la qualità dei servizi e il sostegno alle istituzioni con la soddisfazione dei lavoratori e degli utenti. Progetto Museo, nata nel 1998 fondendo le esperienze delle principali associazioni attive sin dagli anni Ottanta sul territorio napoletano, è costituita da un gruppo di storici dell’arte esperti in progetti di tutela, promozione e valorizzazione dei Beni Culturali, con venti anni di esperienza nel settore della didattica museale. Progetto Museo persegue i seguenti obiettivi: 

• progettare e standardizzare sistemi di accoglienza museale; 

• essere un riferimento per progetti didattici istituzionali di musei e siti culturali; 

• collaborare con le istituzioni di settore per garantire un dialogo sempre più forte e produttivo fra Museo e Scuola, da sempre luoghi di competenze volte alla formazione e alla crescita culturale e civile delle nuove generazioni e, oggi più che mai, luoghi di resistenza attiva contro i processi di degrado e imbarbarimento dell’individuo e della società; 

• diventare un riferimento per tutte le scuole di ogni ordine e grado che vogliono costruire percorsi didattici fruttuosi nel settore dei beni culturali; 

• sostenere le Associazioni che perseguono scopi comuni, favorendo la cooperazione e la creazione di reti; 

• investire nella formazione continua non solo dei propri soci e collaboratori, ma di tutte le categorie professionali che hanno rapporti con il pubblico dei siti di interesse culturale.

A partire dal 2000, Progetto Museo ha messo le proprie competenze a disposizione di alcuni Musei afferenti all’attuale Polo Museale della Campania (Museo e Certosa di San Martino, Museo Nazionale della Ceramica Duca di Martina, Museo Diego Aragona Pignatelli Cortes, Castel Sant’Elmo) e del Museo e Real Bosco di Capodimonte affiancando, nell’ambito dell’ATI MusisLe Nuvole Casa del Contemporaneo, nella formazione degli operatori didattici e nella progettazione scientifica dell’offerta didattica proposta alle varie categorie di pubblico. Dal 2001, Progetto Museo, su incarico dell’Opera Pia Purgatorio ad Arco, garantisce l’apertura al pubblico e svolge attività di biglietteria, didattica e valorizzazione del Complesso monumentale di Santa Maria delle Anime del Purgatorio ad Arco, fornendo adeguate competenze per l’accoglienza e la didattica ordinaria e straordinaria, in occasione di concerti, spettacoli e varie manifestazioni culturali. Dal 2003, cura, per il complesso del Pio Monte della Misericordia, i servizi di biglietteria, accoglienza e alcuni progetti di didattica per le scuole. Ha collaborato e collabora in progetti di accoglienza e didattica museale con l’Accademia di Belle Arti, il Museo Cappella Sansevero, il Conservatorio di Musica San Pietro a Majella di Napoli. Nel 2014 ha ideato e realizzato AAA Accogliere ad Arte, un progetto di accoglienza diffusa e di valorizzazione dei luoghi d’arte e delle risorse umane che si occupano di accoglienza a turisti e visitatori, nato affinché Napoli possa esprimere al meglio il proprio patrimonio di arte e di umanità che la rende unica al mondo. AAA Accogliere ad Arte attualmente coinvolge la seguente rete di musei napoletani in costante ampliamento: Catacombe di San Gennaro, Santa Maria delle Anime del Purgatorio ad Arco, Museo Filangieri, Museo delle Arti Sanitarie e Farmacia Storica negli Incurabili, Pio Monte della Misericordia, Museo e Real Bosco di Capodimonte, Museo Archeologico Nazionale di Napoli, Gallerie d’Italia Palazzo Zevallos Stigliano, Museo Cappella Sansevero, Il Cartastorie Museo Archivio Storico del Banco di Napoli.

Dal gennaio 2017 Progetto Museo è partner dei Servizi Educativi interni del Museo e Real Bosco di Capodimonte per il quale cura la progettazione e il coordinamento dell’offerta didattica gratuita rivolta alle varie categorie di pubblico e, dal 2018, anche il servizio di informazione e accoglienza. 


Dal maggio 2017, nell’ambito del consorzio Arte’m e su incarico di Scabec Spa, Progetto Museo cura la progettazione, il coordinamento e l’esecuzione dell’offerta didattica del Museo MADRE. Dal settembre 2017, su incarico della Fondazione Morra - Istituto di Scienze delle Comunicazioni Visive, cura le attività didattiche per i diversi pubblici del Museo Archivio Laboratorio per le Arti Contemporanee Hermann Nitsch e di Casa Morra. E’ uno dei membri del Distretto Culturale via Duomo, nato per rilanciare i musei del territorio napoletano insistenti nell’area compresa tra via Tribunali e via Duomo con i quali ha recentemente creato la rete “Via Duomo. La via dei Musei”. E’ referente, per le attività di didattica museale e del territorio, delle principali Associazioni culturali napoletane e italiane (Amici dei Musei, Amici di Capodimonte, AMACI, Touring Club Italiano, Garden Club, FAI, Goethe- Institut Neapel). Cura stage di tirocinanti provenienti da varie facoltà universitarie ad indirizzo storico-artistico e turistico, corsi di formazione per docenti di scuole di ogni ordine e grado e guide turistiche. Si presenta attualmente con un organico di più di venti storici dell’arte/archeologi generando reddito e profitti solo attraverso la propria forza lavoro, senza alcun finanziamento stabile da parte di Stato ed Enti Locali.